• Deutsch
  • English (United States)
  • Italiano

Single Blog Title

This is a single blog caption
grattachecca
23 Giu

La grattachecca

La grattachecca è una bevanda/vivanda, gustosa e rinfrescante, tipica e molto comune a Roma.

È preparata con ghiaccio grattato a neve al quale vengono aggiunti uno o più sciroppi o succhi di frutta o pezzi di frutta. Molti la gradiscono durante le giornate estive e le calde serate romane.

Il suo pittoresco nome deriva dal verbo grattare la grattacheccae da checca, termine con il quale un tempo si identificava il grosso blocco di ghiaccio utilizzato per refrigerare gli alimenti quando ancora non esistevano i frigoriferi.

La grattachecca ha in realtà le sue origini tra le aride montagne abruzzesi. All’epoca in alcuni villaggi d’Abruzzo era diffuso il mestiere del neviero. Si usava andare in cima alla montagna (ebbene sì, c’erano ancora i ghiacciai) a piedi, si tagliava un blocco di ghiaccio, lo si riportava a valle sul dorso di un asino, lo si caricava su un carro e, protetto da uno spesso strato di paglia isolante, lo si portava nelle grandi città vicine – tra cui Roma – dove lo si rivendeva per conservare gli alimenti e per la preparazione di gelati e sorbetti.

L’economia di alcuni paesi, come Secinaro, sotto al ghiacciaio del Sirente, era sostenuta proprio da questa faticosa, quanto fruttifera attività. Col passare del tempo alcuni nevieri che giungevano a Roma hanno iniziato a vendere nella Capitale questo prodotto, che ha avuto un immediato successo.

A differenza della granita, a base di acqua mescolata a sciroppi o succhi e messa a congelare, la grattachecca è composta da ghiaccio grattato da un singolo blocco di grandi dimensioni, anche fino a un metro di lunghezza con un apposito raschietto provvisto di una camera vuota posteriore che consente di accumulare il ghiaccio grattato così ottenuto.

Ma dove stanno questi famosissimi grattacheccari a Roma? Per lo più verso il Lungotevere, ma se ne trovano un bel po’ in giro, basta solo cercare bene… e seguire le nostre indicazioni.

la grattacheccaCartina alla mano, troviamo Fonte d’oro a Trastevere che dal 1913 offre la grattachecca più buona di Roma in Piazza Belli, la Sora Mirella sul Lungotevere degli Anguillara angolo Ponte Cestio (imperdibili i gusti preziosa e lemoncocco) e ancora Er Chioschetto a Via Magna Grecia, L’urto in via del Porto Fluviale, il Chiosco allegro, a Largo Ravizza e il chiosco nel quartiere di Testaccio, ritenuto il vero re del gusto lemoncocco.

Dal FeelinRome sarà piacevole passeggiare fino a uno dei chioschi più antichi della città: provare per credere ….

Fonte https://it.wikipedia.org/wiki/Grattachecca