• Deutsch
  • English (United States)
  • Italiano

Single Blog Title

This is a single blog caption
festival della carbonara
13 Gen

Il Festival della Carbonara a Eataly Roma

Dal 20 al 22 gennaio Eataly Roma propone il Festival dedicato a uno dei più celebri piatti romani: la carbonara.

festival della carbonara

Gli orari

Venerdì 20 dalle 19.00 all’una di notte

Sabato 21 dalle 12.00 all’una di notte

Domenica 22 dalle 12 alle 22.00

Modalità di ingresso | Gratuita

Sarà possibile acquistare i piatti dei ristoratori ospiti tramite gettoni del valore di 2 €.

Costo piatti: da 2 a 6 €

La Promozione

10 gettoni | 18 €

10 gettoni + La Guida ai Sapori e ai Piaceri del Lazio 2017 di Repubblica | 23 €

AREA FOOD

Flavio al Velavevodetto

Piatto | Rigatoni alla carbonara | 6 € = 3 gettoni

Rosario Ristorante Fregene

Piatto | Carbonara di mare | 6 € = 3 gettoni

Ristorante Supplizio

Piatto | “Una specie di carbonara” | 6 € = 3 gettoni

Piatto | Supplì alla carbonara | 2 € = 1 gettone

La Polpetteria di Roberta Lamberti

Piatto | La cresciuta carbonara | 4 € = 2 gettoni

Piatto | La carbonara gourmet | 4 € = 2 gettoni

Paninoteca Mordi e Vai

Piatto | Bocconcini di vitello alla carbonara | 6 € = 3 gettoni

La Maisonnette Ristrot

Piatto | Tartare di manzo alla carbonara | 6 € = 3 gettoni

Bistrot Bio

Piatto | Gnocchi gonfi di carbonara | 6 € = 3 gettoni

Solo Crudo

Piatto | Carbonara crudista | 6 € = 3 gettoni

Piatto | Cacio e pepe crudista | 6 € = 3 gettoni

Pigneto 1879

Piatto | “La Carbonara” | 6 € = 3 gettoni

Pasticceria Cafè Merenda

Piatto | Tiramisu | 2 € = 1 gettone

Piatto | Bomba alla crema | 2 € = 1 gettone

AREE BEVERAGE

Birrificio Losa | 4 € = 2 gettoni

Birrificio Oxiana | 4€ = 2 gettoni

Carta di vini del territorio selezionati dallo staff dell’enoteca di Eataly | 4€ = 2 gettoni

Menù bar (acqua e analcolici)

SHOW COOKING

Venerdì 20 | Dalle 19.00 alle 20.00

Chef | Flavio di Maio

Ristorante | Flavio al Velavevodetto

Domenica 22 | Dalle 17.30 alle 18.30

Chef | Andrea Dolciotti

Ristorante | Pigneto 1870

I CORSI DI CUCINA

Corsi per adulti

Venerdì 20 gennaio | Dalle 19.30 alle 21.30

Se famo na’ carbonara  | 25 €

Lezione frontale di cucina

Sabato 21 gennaio | Dalle 19.30 alle 21.30

Carbonara e birra: perchè no? 25 €

Corso di degustazione birra

iscriviti qui

Corsi per bambini

Sabato 21 e domenica 22 | Dalle 18 alle 19.30

Carbonara, Pasticciamo? | 15 €

GLI EVENTI

Sabato 21 gennaio | Dalle 16.00 alle 18.30 | Centro Congressi

Campionati Mondiali di Carbonara

In collaborazione con il Carbonara Club

Prezzo | 10 €

AREA INTRATTENIMENTO

Venerdì 20

Dalle 21 alle 22.30 | Emilio Stella

Dalle 22.30 | Statale 66

Sabato 21

Dalle 21.00 alle 22.30| The Castaway Luca Frugoni

Dalle 22.30 | Vazzanikki

Domenica 22

Dalle 18.30 alle 21.00 | McFly’s Got Time

Ma quali sono le origini e la vera ricetta della pasta alla carbonara?

La pasta alla carbonara è una delle più amate e squisite ricette di pasta che un palato possa mai assaporare; imitata, rivisitata e proposta in tutto il mondo.

La maggior parte dei ricettari non ne testimonia la presenza sino al 1930, il che confermerebbe la sua nascita recente.

Ma tra le possibili versioni della sua origine, ci piace credere a una stretta parentela con gli Stati Uniti: si inizia infatti a vedere menzionata solo dopo la liberazione di Romfestival della carbonaraa del 1944, quando nei mercati romani apparve il bacon portato dalle truppe angloamericane. Questo potrebbe essere la spiegazione del perché nella carbonara, a differenza di altre ricette come l’amatriciana, pancetta e guanciale vengano riportati spesso come ingredienti equivalenti. Secondo questa ipotesi, sembrerebbe che durante la seconda guerra mondiale, i soldati americani arrivati in Italia, combinando gli ingredienti a loro più familiari che riuscivano a reperire, e cioè uova, pancetta e spaghetti, preparandosi da mangiare, abbiano dato l’idea ai cuochi italiani per la ricetta vera e propria che si svilupperà solo più tardi.

D’altro canto i più nazionalisti – e romantici – carbonara 2non sono del tutto d’accordo.

Secondo loro la carbonara sarebbe l’evoluzione del “cacio e ova”, di origine laziale e abruzzese, che i carbonai (carbonari in romanesco) usavano preparare il giorno prima di andar a fare il carbone (per realizzare la carbonella era necessario sorvegliare la carbonaia per lungo tempo e quindi era importante avere con sé i viveri necessari) portandolo nei loro “tascapane” e che consumavano con le mani.

festival della carbonara

Il pepe (che non ha alcun tipo di riferimento o connessione con la fuliggine) era già usato in buona quantità per la conservazione del guanciale, grasso (o lardo) usato in sostituzione dell’olio, troppo caro per i carbonai.

L’origine abruzzese-appenninica di questo piatto festival della carbonaratrova un’altra conferma nel nome stesso di questa pietanza.
Il termine “Carbonada” in Abruzzo sta infatti proprio adindicare la pancetta, vale a dire carne di suino salata e cotta sui carboni.

Questo non smentisce ne conferma il fatto che i carbonari consumassero questo piatto, ma definisce meglio l’ipotesi della sua origine.